PARCO PUBBLICO E CENTRO SPORTIVO A PAGLIAN CASALE

Il progetto per il nuovo parco pubblico si inserisce in un esistente piano di zona che prevede una netta e rigida compartimentazione e divisione fisico-percettiva delle aree di differente funzione (residenziale, parco, parcheggi…etc). Da questa considerazione il progetto cerca di mediare il rapporto tra le nuove aree edificate e le zone verdi del di preservare l’immagine e l’ecosistema delle rimanenti porzioni di agro romano. I criteri fondamentali di intervento si sviluppano quindi dalla volontà di definire degli ambiti filtro che possano ricucire e strutturare in maniera chiara il passaggio tra edificato e natura. Si individuano quindi delle zone di limes architettonico-paesaggistico che diventano a tutti gli effetti i margini strutturati del parco stesso, margini architettonici che ospitano le funzioni richieste e definiscono gli accessi principali all’area verde. Il parco, che è elemento connettivo tra l’area nord e l’area sud del piano di zona, viene a sua volta protetto da questi margini, che non diventano mai ostacoli fruitivi e percettivi. Il centro sportivo si identifica come porta del parco, accesso principale ed elemento attrattivo, cardine e bastione dello stesso sistema di margine. In prossimità di tutti gli accessi sono previste delle aree di parcheggio interrato e a raso. La scelta di compattare i parcheggi in multipiano parzialmente controterra è dovuta dalla consapevolezza del minore impatto ecologico-ambientale di interventi puntuali e profondi rispetto a interventi estesi che necessitano di forti movimenti di terra e manipolazioni del paesaggio e del suolo. I parcheggi previsti sfruttano sempre la pendenza naturale del terreno, incastrandosi nel declivio e rimanendo in parte fuoriterra su terrazzamenti a diverse quote. Questa scelta progettuale permette inoltre di restituire grandi aree verdi al parco, pur mantenendo le richieste quantitative del bando, e di conservare quindi una maggiore memoria percettiva e fisica del paesaggio agricolo romano.

2008

concorso internazionale di progettazione

MENOEPIU' 5

localizzazione ROMA

committente COMUNE DI ROMA

costo dell'opera 14.263.993 EURO

fase PRELIMINARE

con arch. Daniela De Filippis, Caterina La Cava, Manuela Raitano per studio A4

Comune di Roma